Sezione

Letture

Letture

RILETTURE MARINE: “Ita, fac, mi Lucili”

18 luglio 2017

Sarà perché Seneca è un autore che mi è molto caro, e non per averlo studiato tanto, e davvero bene, al Liceo, ma, piuttosto, per averlo riscoperto nella mia prassi didattica, ovvero nel mediarlo ad adolescenti in cerca di sé e curiosi del vasto mondo attorno, certo è lui che spesso mi parla dentro, nelle mie passeggiate marine, come anche in certe minute occorrenze quotidiane, battuto solo da un altro grande, che è, naturalmente, l’Exul immeritus, e, a squarci lucenti, in versi e in prosa, dal RecanateseCONTINUA A LEGGERE…

Letture

A proposito di “Quel nome è Amore”

10 aprile 2017
Paola Liotta letture

Ci sono dei libri che ti fanno desiderare di averli scritti tu, tale è la loro coraggiosa bellezza, e leggerli ne è la vera ricompensa.

Bellezza di certi ritratti eleganti nero fumo dove puoi sentire pure l’eco delle risate, delle lacrime, dei baci perduti, di un ultimo saluto, e sono storie d’amore in cui alita quel bagliore che le ha consacrate e rese degne di memoria. CONTINUA A LEGGERE…

Letture

Sul “Papiro di Akhenaton”

3 aprile 2017
Il papiro di Akhenaton

Un romanzo variegato nei suoi intarsi spazio – temporali, a tal punto che l’uno rampolla dall’altro secondo un ritmico concatenarsi di piste che, a partire dalla Roma del 10 maggio 1997, si susseguono in un frenetico avanti e indietro, disorientando un lettore poco concentrato. CONTINUA A LEGGERE…

Letture

Delle fedi, delle muse di una Poetessa

31 marzo 2017
MARIANNINA COFFA

In occasione del Convegno “Sguardi plurali”, dedicato dalla Amministrazione comunale di Noto alla figura e all’opera di Mariannina Coffa, nei giorni 7-8 novembre del 2014 è stato presentato un prezioso inedito, corredato di un saggio critico introduttivo, che è opera dello studioso e scrittore Angelo Fortuna. CONTINUA A LEGGERE…

Letture

Su “Adelia. Una donna nell’arte e nella vita”

22 marzo 2017
adelia bonincontro

Avolese, allieva del Regio Istituto Superiore di Magistero a Roma, e di Luigi Pirandello, che allora vi insegnava Stilistica; grande amica del Formisano, autore della celebre canzone E vui durmiti ancora, al quale la legavano interessi culturali e artistici; docente di materie letterarie, poi direttrice didattica, a Taranto, a Roma, a Racconigi; socia della Dante Alighieri, socia onoraria dell’associazione irredentista CONTINUA A LEGGERE…