A proposito di “La Felicità è muta”

14 marzo 2018
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“Si tratta di venti componimenti in versi liberi racchiusi in sei sezioni che, in crescendo, arrivano a delineare la vita con i suoi lati oscuri e la sua luminosità: si parte dall’orizzonte, quale appare dall’isola, e si arriva all’esplosione della luce; il tutto collegato dalla ricerca d’infinito al quale anela sempre lo spirito mai soddisfatto e appagato, ma sempre proteso alla ricerca del bello e del vero”.

“Le suggestioni create dalle immagini evocate evidenziano le riflessioni su problemi ricorrenti di grande attualità”.

“…mi piace rilevare come con questa raccolta si entri a pieno titolo nella meta-poesia, cioè si vada oltre la poesia stessa e si chiuda quasi il cerchio con l’importanza del testo poetico”.

“I colori e le immagini sono quelle della nostra terra, terra di storie e di miti, vilipesa e amata, ripresa nelle varie stagioni e nelle varie sfaccettature, a volte con suggestioni teocritee, che qua e là irrompono, soprattutto nella rappresentazione della calura estiva”.

“Di grande coinvolgimento emotivo e forza evocativa, questa silloge è un inno d’amore per la propria terra e la forza della natura”.

In “La Poesia come ricerca e disvelamento” (Prefatio a “La felicità è muta”), Grazia Maria Schirinà

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Ti potrebbe interessare

Ancora nessun commento

Cosa ne pensi?