Letture

Sul “Papiro di Akhenaton”

3 aprile 2017
Il papiro di Akhenaton
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Un romanzo variegato nei suoi intarsi spazio – temporali, a tal punto che l’uno rampolla dall’altro secondo un ritmico concatenarsi di piste che, a partire dalla Roma del 10 maggio 1997, si susseguono in un frenetico avanti e indietro, disorientando un lettore poco concentrato. Il tutto, per potenti squarci narrativi, che si intersecano dall’Antico Egitto alla Gerusalemme dei primi decenni d. C., dall’Europa Medievale fino a quella di Tardo Ottocento-primi Novecento, con puntuali incursioni nel presente.

A chiunque nutra una certa passione per l’archeologia ed  i misteri della storia verrà di sicuro voglia di perdersi nei suoi meandri e, a seguire, di immaginarne nuovi sviluppi, soprattutto per le figure più intriganti, che sono davvero tante; tuttavia, terminata d’un fiato la lettura, si comprende come la narrazione sia in sé completa. Uno di quei libri, insomma, che dice così ampiamente, perché il suo autore vi ha già scritto tutto quanto avrebbe voluto scrivere, che non gli dovrebbero servire nuove trame in cui rivelarsi a pieno.

Nel testo andrà man mano prendendo corpo quel Principio superiore – dispiegato in un misterioso papiro – che si palesa per figurazioni potenti e fulminee, così come in personaggi valorosi, incorrotti, i quali diventano i poli positivi di un’umanità dilaniata dalla violenza, perché divorata dall’insana sete di potere e dalla cupidigia. Fino all’eroe contemporaneo, un giovane la cui anima pura e la cui onestà vengono a rappresentare il destino di ogni uomo di buona volontà. Il protagonista, Andrea, è in fondo l’Uomo che vuole e sceglie di perseguire il Bene, pur nelle sue fragilità e nei momenti del dubbio; un nomen omen, il suo, al pari di quello dell’emblematica Desia Rimi, donna bellissima e intrigante, di cui il giovane subirà il fascino.

Nel leggere queste pagine tramate di fervida fantasia, e costellate di nobili riflessioni sui destini dell’umanità intera, si colgono dal vivo gli interessi dell’autore, un medico – specializzato in  dermatologia – con la passione per la ricerca storica, la letteratura e la poesia. Essi però si trasfondono in qualcosa di più del sofisticato ed erudito divertissement. Sembra quasi di stare in prima fila nella rappresentazione di tutte la più sacra: l’inverarsi di un disegno di portata inestimabile, il cui segreto è tale da dover essere difeso a qualunque costo.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Ti potrebbe interessare

2 Commenti

  • Reply giovanni gangemi 4 aprile 2017 at 16:33

    ti ringrazio professoressa per il bellissimo commento.

  • Reply Paola Liotta 10 aprile 2017 at 8:30

    Prego, non avrei mai scritto queste righe se non fossi rimasta piacevolmente sorpresa dalla narrazione e dai suoi numerosi spunti.

  • Cosa ne pensi?