Recensioni, presentazioni, varie

Al mutar del vento. La vera storia di Arianna, Teseo e il Minotauro. Recensione di Dianora Tinti

L’opera narra, in maniera singolare, la storia mitologica di Arianna, Teseo e il Minotauro ed è divisa in tre parti: Monologhi in forma di visioni, Dialoghi di vento e di mare e Narrazioni di terra e di cielo e si conclude con un Epilogo dal titolo Fusione d’amore.

Nella prima parte, attraverso monologhi,  l’autrice fa parlare Pasìfae, Minos, Europa, Arianna, Naucrate, Dedalo, Icaro, Teseo Asterio, i quali danno la propria visione della vicenda.

Nella seconda si occupa di tutta una serie di coppie come Pasifae e Arianna, Europa e Asterio, Naucrate e Dedalo, Padre e Figlio, Asterio e Minosse, Teseo e Arianna.

Nella terza, invece, si concentra sul mito di Arianna che si sviluppa come naturale conseguenza delle prime due parti, quasi fossero la necessaria premessa. In questa ultima parte la giovane donna che si innamora di Teseo, emerge con prepotenza lasciando in chi legge un sogno e nel cuore sensazioni dolci e amare…

La recensione completa sul blog:
https://www.dianoratinti.it/al-mutar-del-vento-la-vera-storia-di-arianna-teseo-e-il-minotauro/

25 Gennaio 2021
Recensioni, presentazioni, varie

Al mutar del vento. La vera storia di Arianna, Teseo e il Minotauro di Paola Maria Liotta

«Il Convivio Editore, 2020 – Addentrarsi nella bellezza della mitologia ancora oggi continua a farci riflettere ed emozionare con le sue grandi passioni, storie intense di conflitti interiori, di amore, di guerre.

 (…) La mitologia incanta con i suoi personaggi in un tempo che diviene nel passare degli anni intoccabile, e l’intensità delle loro emozioni li rende esseri umani. Come l’amore tra Arianna e Teseo che sarà un sogno, scrive Giuseppe Manitta nella prefazione al libro, “e il suo nucleo primigenio pulsa di verità e bellezza antiche quanto il mondo”. Un racconto sublimato dall’autrice che, con la sua scrittura forbita, erudita e deferente alla letteratura di Omero, OvidioApollonioCatullo, fa andare in scena i vari personaggi come su di un palcoscenico con la nostalgia di voler narrare di sé. Sarà l’intensità dei loro sentimenti e delle loro emozioni ad affascinare il lettore, incuriosito e coinvolto in una storia fantastica e nelle vicende avventurose di eroi e mostri.»

La Recensione completa di Teresa d’Aniello per Solo.Libri.Net sul sito:

https://www.sololibri.net/Al-mutar-del-vento-Liotta.html

23 Dicembre 2020
Recensioni, presentazioni, varie

Piano Concerto Schumann di Paola Liotta, a cura di Dianora Tinti

Fonte: https://www.dianoratinti.it/recensione-piano-concerto-schumann-di-paola-liotta/piano-concerto-schumann-liotta-recensione/

Di cosa parla Piano Concerto Schumann

La vicenda ha come sfondo tre belle città: Parigi, Torino e Londra. La protagonista del romanzo è Fiamma Fogliani, una pianista bella elegante e talentuosa, che viene scelta come solista per un concerto in La minore per pianoforte e orchestra Op. 54 di Robert Schumann.

Continua a leggere…
30 Maggio 2020
Recensioni, presentazioni, varie

“La musica è un’altra vita nella vita”

Fonte: http://www.bellininews.it/articoli/Libro%20Schumann.htm

Il romanzo musicale italiano può considerarsi un genere letterario autonomo? Certo non possiamo né vogliamo rinunciare all’aggettivo musicale che in certo qual modo designa una narrazione ove la musica e il mondo della musica siano fra i protagonisti della vicenda narrata. Certo, in senso molto lato si potrebbe assimilare la narrazione musicale al genere letterario così detto fantastico, proprio perché la musica non agisce sempre sugli aspetti più concreti e pragmatici dell’esistenza ma anche e soprattutto su quelli emotivi, psicologici, passionali, memoriali, nostalgici e talvolta anche perturbanti, immaginati e immaginari.

Continua a leggere…
30 Maggio 2020
Appunti di viaggio

Il Presepe Vivente di Sambuca di Sicilia. Intervista a Marisa Mulè

“Borgo dei borghi” 2016, Sambuca di Sicilia è un paesino che prende i visitatori per il cuore, tanto esso è ospitale e ricco di monumenti e di storia. Soprattutto, l’attaccamento di chi lo vive giorno per giorno alle tradizioni del passato e a un patrimonio culturale, artistico e storico-archeologico di notevole spessore lo rendono magico e unico nel suo genere, come tutti i borghi che ho avuto il piacere di visitare.

Continua a leggere…
16 Gennaio 2020